Modolo

Fondato nell’età del bronzo dall’antica civiltà nuragica sarda, Modolo è un piccolo paese abitato da meno di 200 persone. Situato a circa dieci minuti d’auto da Bosa, il paese è noto per la produzione agricola. Le colline che lo circondano sono coperte di ulivi, ciliegi e viti di Malvasia, le cui uve sono utilizzate per la produzione del famoso vino locale Malvasia di Bosa.

Nel corso dei secoli il territorio di Modolo è stato abitato da varie civiltà che hanno lasciato tracce della loro presenza nella zona. Tra queste si trovano alcune tombe preistoriche chiamate domus de janas, diversi resti di nuraghi, oltre alla villa romana chiamata Modulo Valise. Durante la visita a Modolo, da non perdere le chiese locali, tra cui la parrocchiale di Sant’Andrea Apostolo, la chiesa della Madonna del Grappolo o di Sant’Isidoro. Se arrivate in paese il 16 o 17 gennaio, avrete la possibilità di partecipare alla festa dei Fuochi di Sant’Antonio Abate, accompagnata da falò, degustazione di vini e prodotti locali.

Curiosità

Il nome deriva dal latino modus, a sua volta diminutivo di modulus, che significa piccola estensione. La fondazione di Modolo probabilmente è avvenuta intorno al III secolo a.C., in seguito alla frequentazione di Fenici prima e di Romani poi.

Modolo, piccolo paese vicino a Bosa.