La città di Bosa

Bosa, uno dei borghi più belli della Sardegna

Benvenuti a Bosa, una piccola cittadina, pittoresca sarda, nota come “la città dei colori” situata ad ovest dell’isola, lungo il fiume Temo, navigabile, di acqua salmastra. Questa cittadina ricca di case colorate, vicinissima al meraviglioso mare e alle splendide spiagge, vi incanterà con la sua architettura, la sua storia interessante, la natura mozzafiato, l’ottima cucina e l’ospitalità degli abitanti.

Per arrivare a Bosa, la scelta più immediata e facile è atterrare all’aereoporto di Alghero , quindi litoranea Alghero – Bosa, di circa 45 Km, bellissima strada da godersi in pieno relax.

I santi patrono della città sono Emilio e Priamo la cui festa è il 28 Maggio.

La cittadina di Bosa nasconde numerose perle di storia e architettura. Il primo monumento, già visibile avvicinandosi alla città, è il Castello Malaspina costruito nel 1112. La fortezza medievale offre un panorama mozzafiato della città e dei dintorni ed è aperta ai visitatori durante tutto l’anno. Seguendo le strette viuzze si respira la magica atmosfera della posto e si scoprono molti luoghi affascinanti. Da non perdere le bellissime chiese, come la Cattedrale dell’Immacolata Concezione, la chiesa di Santa Maria del Carmine, così come la chiesa di San Pietro fondata nel 1062 e situata sull’altra riva del fiume.

Per anni gli abitanti di Bosa si sono dedicati alla concia delle pelli. Le concerie si trovavano e si trovano tutt’ora lungo il fiume Temo, ancora oggi visibili passeggiando lungo il fiume.

Attualmente l’attività non è più in corso, se però volete scoprire di più sul trattamento delle pelli, non perdetevi il Museo delle Conce, dove potrete, una testimonianza delle concerie, per conoscere meglio l’industria conciaria di Bosa e la sua storia. Altri luoghi interessanti sono la casa “Cottolengo“, l’edificio del Comune e lo splendido ponte chiamato Ponte Vecchio.

Arrivando a Bosa, non perdetevi la strada panoramica, chiamata Litoranea, che da Alghero porta alla città. Questa strada vi porterà anche alle spiagge e ai punti più importanti della zona, come la spiaggia di Bosa Marina, Cane Malu, Turas o le calette di Sas Covas con un piccolo porto. La baia di Bosa Marina e la sua spiaggia sono tra le più frequentate della Sardegna.

Durante la visita di Bosa, non dimenticate di assaggiare le specialità enogastronomiche locali, in particolare i frutti di mare e il vino locale Malvasia. La città offre anche numerose feste interessanti che si svolgono in diversi mesi dell’anno. La più conosciuta è il tradizionale carnevale con la sfilata delle antiche maschere. La prima domenica di agosto si può ammirare la processione delle barche sul fiume Temo, mentre il 24 giugno, giorno di San Giovanni, potete partecipare al galoppo dei cavalli lungo il paese.

Bosa, Cane malu

Le chiese più importanti sono la Chiesa del Carmine, San Pietro extra muros, Nostra Signora di Regnos Altos, Nostra Signora del Rosario, Chiesa Della Beata Vergine del Carmelo, Chiesa della Cattedrale e Santa Marie Stella Maris a Bosa Marina.

Vi sono anche diverse chiese Campestri che vengono aperte il giorno della ricorrenza del santo come San Giorgio, Santa Giusta, Sant’Eligio ed altre che possono incontrarsi lungo le passeggiate sotto il castello verso la foce del fiume Temo (http://www.chiesecampestri.it/bosa-sardegna/index ).

Il Carnevale di Bosa

Determinante e vitale la festa del Carnevale Bosano, caratterizzato da una popolarità viva e partecipata da tutti gli abitanti, ha una durata dal giovedì al martedì grasso, spesso le scuole sono chiuse e si organizzano dei carri colorati per i bambini della scuole alla cui preparazione partecipano le famiglie e le scuole. Una associazione è dedicata all’organizzazione del Carnevale che ha una peculiarità di sapore ancestrale, con simbologie profonde e vissute intensamente dalla cittadinanza.

Enogastronomia

Particolare riguardo è dato alla cucina con prodotti di filiera corta, salubri e ben cucinati, carciofi, olio, bottarga, aragosta alla bosana, malvasia e ogni tipo di piatto comprese le pizze, troveranno il vostro favore, speciali farine e cura di ogni dettaglio. Materia prima di estrema qualità.

Non vi è dubbio che sarete accolti a braccia aperte e vi lascerà un ricordo indelebile. Non è un caso che sono tanti anche gli Europei residenti non Italiani e i non sardi che si sono trasferiti a Bosa.

Qui, qualche foto per avere solo una idea. Non perdete l’occasione di visitare Bosa.